3 consigli per ridurre il rischio di Alzheimer

È possibile ridurre il rischio di Alzheimer attraverso qualche accortezza quotidiana? Certo, la risposta non potrà che essere condivisa con il vostro medico, ma in fondo esistono alcuni piccoli cambiamenti nella vita di tutti i giorni che potranno darvi una mano nei confronti di questa e altre condizioni.

In primo luogo, alcuni esperti suggeriscono di mangiare pochi carboidrati e preferire i grassi sani. Le nostre scelte alimentari sono enormemente influenti nella salute generale, e forse tale affermazione non è mai così evidente come quando ci riferiamo alla salute del cervello. Limitare i carboidrati netti a circa 30 – 50 g al giorno, e aggiungere grassi sani sotto forma di olio extravergine di oliva, noci e semi, e pesci selvatici, può dunque secondo alcuni essere utile, in aggiunta anche a omega-3, DHA, 1000mg ogni giorno, così come l’olio MCT, con 1-2 cucchiai da tavola al giorno. Questa dieta, insieme all’olio MCT, può aiuta a creare chetoni, un tipo specifico di grasso estremamente benefico per la funzione e la protezione del cervello.

Un altro consiglio è quello di valutare con i propri medici i migliori integratori, come quelli a base di vitamina D, curcuma, vitamine del complesso B, e così via, sulla base delle proprie effettive esigenze.

Terzo consiglio, l’allenamento quotidiano. Certo, sappiamo tutti che l’esercizio fisico fa bene al nostro fisico, ma quello che molti non sanno è che recente letteratura sostenga che sia anche utile per poter ridurre il rischio di Alzheimer. Meglio dunque dedicare almeno 30 minuti di attività aerobica ogni giorno, compresa la corsa, l’uso di una macchina ellittica o la bicicletta. Anche l’allenamento di resistenza è molto importante e, pur privilegiando i pesi liberi, si può anche passare del tempo alle prese con le macchine.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *