AXA chiude trimestre con risultati inferiori alle attese

Il gruppo AXA, uno degli operatori europei più noti e importanti nel settore dei prodotti di tutela, ha annunciato di aver mandato in archivio il primo trimestre con un livello di ricavi che è stato leggermente inferiore a quanto era stato invece atteso dai principali analisti di mercato. Contestualmente, il gruppo transalpino ha anche colto l’occasione per poter annunciare la quotazione a Wall Street di alcune attività.

Andando in maggior dettaglio, rileviamo anzitutto come il gruppo assicurativo francese AXA abbia chiuso il primo trimestre con ricavi di periodo in calo dello 0,1 per cento a 31,6 miliardi di euro, risentendo di una minore performance del settore Vita. Come anticipavamo, il risultato è sotto le stime dei principali analisti di mercato, ma non troppo: il dato di fine trimestre risulta infatti essere solo leggermente più basso delle stime di consenso di Reuters, che invece puntava a un conseguimento di ricavi per 32,01 miliardi di euro.

L’occasione della comunicazione di tali dati di periodo è stata anche quella più opportuna per dare al management della società assicurativa francese l’opportunità di annunciare che entro la fine del primo semestre 2018 ha intenzione di quotare nei mercati regolamentati degli USA le attività d’oltreoceano di assicurazione sulla Vita e Asset Management, dove può contare su un livello di oltre 2,5 milioni di clienti nei rami Vita e dove può vantare altresì la detenzione di una partecipazione del 64 per cento in Alliance Bernstein, che a fine marzo del 2016 aveva affermato di poter vantare 498 miliardi di euro di asset in gestione. Il gruppo ha anche confermato i target 2015-20.

L’attenzione si sposta ora verso le capacità del gruppo transalpino di poter conseguire risultati in crescita nel corso del secondo trimestre dell’anno, garantendo dunque il rispetto dei target di esercizio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *