Borse, avvio settimana positiva su rating Portogallo e attese Fed

L’avvio di settimana è stato sicuramente positivo per la maggioranza dei listini europei, che sono riusciti a portare a casa sedute con variazioni piuttosto confortanti, anche se le escursioni sono comunque contenute. Il clima di maggiore propensione al rischio che si è generato nel weekend sembra essere favorito dall’allentarsi delle tensioni sul fronte geopolitico in un clima di attesa per la riunione della Federal Reserve di questa settimana, dalla quale potrebbero emergere alcune indicazioni utili sul fine anno e sul 2018 (minore sembra essere il peso, fino a mercoledì dei nuovi dati macroeconomici in uscita).

Il sostegno all’andamento della sessione odierna è anche merito della decisione dell’agenzia di rating Standard & Poor’s di portare in miglioramento il rating sul Portogallo, sulla base di un quadro economico e delle finanze pubbliche che viene ritenuto in miglioramento, alimentando in tal modo l’ottimismo sul resto dell’Europa. Sul mercato italiano, bene il trend del FTSE MIB, che sta rinnovando i suoi massimi da fine 2015 a questa parte, con un buon contributo sugli acquisti sui titoli finanziari e telefonici. A livello settoriale europeo, una forza relativa viene espressa anche dalle Risorse di base, dall’Industriale e dal Chimico, mentre Immobiliare, Media ed Energia registrano variazioni negative.

Per quanto concerne il settore dei titoli di Stato, anche in questo caso l’apertura di settimana è stata positiva per il debito della periferia dell’area euro, sulla scia della già rammentata promozione del Portogallo a Investment Grade da parte di S&P. Nel dettaglio, al momento i rendimenti sui titoli di Stato italiani trattano in area -0,22 per cento per quanto concerne la scadenza a due anni e a 2,05 per cento per quanto invece concerne la scadenza sui dieci anni, dopo un minimo vicino al 2 per cento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *