Che cosa sono i carati?

Quando leggete qualche articolo di approfondimento sull’oro sentite parlare di “carati” e non avete mai compreso di cosa si possa trattare? Ebbene, è giunto il momento di correre ai ripari, scoprendo che cosa si intende con i carati, e perchè è importante prendere la confidenza con questo termine.

Per poter valutare correttamente una definizione di carato, bisogna però fare un piccolo passo indietro e ricordare che l’oro è un metallo tenero che non può essere impiegato nella fabbricazione di gioielli da solo, poichè non ne sarebbe garantita la durata: viene pertanto associato ad altri metalli che gli conferiscono la necessaria durezza. La combinazione di oro con altri metalli si chiama “lega.

Le leghe sono diverse sia in funzione dei metalli che vengono associati all’oro, sia in funzione della quantità di oro impiegato: il rapporto tra la quantità di oro e quella di altri metalli che sono presenti nella lega si chiama titolo, espresso in millesimi e, appunto, in grado di rappresentare la quantità di oro (in millesimi per grammo) presente nella lega, di cui è composto l’oggetto in oro.

Ma che c’entrano i carati? Ci stiamo arrivando! Facciamo un esempio: se un gioiello ha un peso di 100 grammi ed è composto da 75 grammi di oro e 25 grammi di altro metallo, il titolo sarà pari a 750, poichè starà a significare che un grammo di quel gioiello è composto da 750 millesimi di grammo di oro e 250 millesimi di grammo di altro metallo.

Possiamo dunque giungere all’oggetto del nostro focus, i carati. Il carato è infatti un’unità di misura che corrisponde a 41,67 millesimi di grammo di oro nella lega. Di norma l’oro italiano è a 18 carati, ovvero equivalente alla presenza di 750 parti di oro contro 250 parti di altro metallo nelle 1000 parti di lega di cui è fatto il gioiello.

Ecco uno schema riassuntivo di facile comprensione, che vi permetterà di comprendere quali sono le equivalenze tra titoli e carati:

  • 8 carati: titolo 333 (333 millesimi di grammo su 1.000 grammi di lega)
  • 12 carati: titolo 500 (500 millesimi di grammo su 1.000 grammi di lega)
  • 14 carati: titolo 585 (585 millesimi di grammo su 1.000 grammi di lega)
  • 18 carati: titolo 750 (750 millesimi di grammo su 1.000 grammi di lega)
  • 22 carati: titolo 916 (916 millesimi di grammo su 1.000 grammi di lega)
  • 24 carati: titolo 999 (999 millesimi di grammo su 1.000 grammi di lega)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *