Google mette gli occhi sugli smartphone HTC

Secondo quanto affermano alcune fonti asiatiche, Google sarebbe interessata all’acquisizione della divisione smartphone di HTC. Si tratterebbe di una mossa concordata, che si inquadrebbe all’interno dello stesso quadro dipinto a suo tempo dall’azienda taiwanese, e che permetterebbe a Big G di poter sfidare direttamente Samsung e Apple ad armi pari, o quasi.

Insomma, quel che sta emergendo in queste ore in casa Google è un’operazione – peraltro, pare che possa concretizzarsi nel breve termine – che darebbe alla società di Mountain View quelle armi utili per poter sfidare i colossi internazionali come azienda produttrice di dispositivi mobili.

Ma sarà davvero così? In realtà, non avendo dati concreti su cui ragionare, gli analisti stanno cercando di comprendere come potrebbe evolversi lo scenario, al fine di intuire quali possano essere le motivazioni che potrebbero spingere Google e HTC a completare la transazione, che potrebbe evidentemente condurre in sinergia entrambe le aziende.

Cominciando da HTC, si può ben ricordare come la società stia attraversando da diverso tempo una profonda crisi economica: dopo essere stata grande protagonista dei primi anni del fenomeno smartphone, l’azienda taiwanese non è infatti riuscita a mantenere il passo dei più celebri concorrenti, anche a causa di alcune scelte strategiche e operative che, alla luce dei fatti, si sono poi rivelate fallimentari, unitamente a una disponibilità finanziaria che è stata sempre molto deficitaria rispetto ai colossi asiatici come Samsung e Huawei, e a quelli americani come Apple.

Il risultato è una difficoltà nel mantenere redditività e, soprattutto, recuperare quota mercato. Il tutto in una scenario nel quale i brand cinesi continuano a crescere (Huawei è diventato il secondo produttore al mondo, superando Apple). Quale migliore occasione di un’alleanza con Google per poter cercare di invertire la tendenza, e offrire alla società statunitense un ingresso privilegiato nel comparto?

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *