Il filler è il principale e più richiesto intervento di medicina estetica

Medicina esteticaIl filler, non ci sono dubbi, è oramai divenuto il principale intervento di medicina estetica, nonché uno dei più richiesti ed apprezzati da parte dei pazienti.

I punti di forza di questo trattamento, in effetti, sono numerosi, sia in termini di risultati che di sicurezza, dunque non c’è da stupirsi se il filler può vantare, oggi, un simile successo.

Ma andiamo per gradi: che cosa è, esattamente, un filler?

Il filler è un trattamento che prevede sostanzialmente che vengano iniettati a livello sottocutaneo, per mezzo di appositi strumenti, delle particolari sostanze, al fine di rimodellare i contorni del volto, di donare volume ad alcune zone, oppure, in generale, per conferire alla pelle del viso maggiore tonicità, contrastando così gli effetti del tempo.

In effetti, il filler è un trattamento di ottima qualità nel contrasto alle rughe, alle pieghe cutanee ed alla perdita di vigore nella cute del volto, ed è la soluzione più adatta per le persone oramai non più giovanissime che desiderano, tuttavia, conservare un viso dall’aspetto fresco e rilassato.

Le tipologie di filler disponibili sono numerose, anche per quanto riguarda le varietà di sostanze che vengono iniettate a livello sottocutaneo.

Tra i filler più diffusi vi sono, sicuramente, quelli a base di acido ialuronico e quelli a base di collagene, sostanze naturalmente contenute nella pelle che, con l’invecchiamento, tendono a ridursi di quantità; queste sostanze riescono a conferire alla pelle elasticità, morbidezza e tonicità, ecco perché una specifica integrazione attraverso interventi di medicina estetica può rivelarsi un autentico toccasana da questo punto di vista.

I risultati che può garantire una cura base di filler sono davvero notevoli, ed allo stesso tempo questo genere di trattamento non presenta particolari controindicazioni, se non legate alla possibilità che possano formarsi sulla cute delle piccole cicatrici o dei piccoli gonfiori, peraltro temporanei.

Sicuramente, un approccio di questo tipo è preferibile rispetto ai più complessi ed invasivi trattamenti di chirurgia estetica: in questo caso, infatti, le fattezze del volto non vengono modificate in maniera netta e definitiva, al contrario si forniscono alla pelle determinate sostanze in modo graduale, in modo da raggiungere i risultati desiderati in modo efficace e soprattutto naturale.

La maggior parte dei filler, infatti, hanno una durata temporanea, di conseguenza per garantirsi dei risultati duraturi bisognerà concordare con lo specialista una serie di incontri annuali.

L’approccio graduale tipico dei filler consente al paziente, peraltro, di poterne apprezzare i risultati in modo progressivo, senza il timore di ritrovare il proprio aspetto improvvisamente diverso, oppure di incorrere in brutte sorprese.

Pur non rientrando tra gli interventi di chirurgia estetica, i trattamenti a base di filler devono essere comunque eseguiti da professionisti specializzati ed esperti presso centri di medicina estetica rinomati.

Richiedere al medico le sue qualifiche e le sue referenze, oppure di poter consultare alcune foto del “prima” e del “dopo” intervento relative ad esperienze precedenti, è un diritto che il paziente deve assolutamente esercitare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *