Imparare a guidare con la simulazione

guidareArriva un momento in cui ogni persona al compimento del 18° anno desidera una maggiore libertà ed autonomia ed il primo pensiero corre alla patente e al desiderio di un’automobile.

Imparare a guidare è una grande soddisfazione per molte persone che hanno il desiderio di scendere in strada. Soprattutto per chi ha la passione della guida e l’ha fatto anche con un simulatore per provarne l’ebbrezza.

Quando si decide di prendere la patente, la prima cosa da fare è quella di iscriversi ad una scuola guida per prendere la patente, perché senza questo documento non si potrebbe circolare in strada. La pratica è senz’altro molto importante per prendere confidenza con la guida e la strada, fra le altre macchine che circolano in carreggiata.

Questa pratica si potrà fare con il proprio istruttore di guida, presso l’autoscuola cui ci si è iscritti. Anche la parte teorica non deve affatto essere trascurata, essa ha molta importanza perché deve darci la conoscenza dei segnali stradali e delle nozioni di educazione civica, determinante per la condotta in strada. Molti guidatori, pur avendo la patente, ignorano i segnali stradali provocando incidenti per non conoscere i segnali che indicano gli stop, la precedenza o i divieti.

Finché non ci si sente sicuri della propria guida, è bene non interrompere la pratica per la voglia e la premura di iniziare a guidare la propria auto, non sarebbe affatto consigliabile perché potrebbe provocare situazioni spiacevoli. Gli altri meritano rispetto in strada, compromettere la sicurezza altrui non sarebbe affatto corretto.

Il desiderio della guida per molti arriva presto, già dall’età dell’adolescenza ci si vuole misurare con l’esperienza della guida, chiedendo ad amici, fratelli o genitori di guidare l’auto in stradine chiuse, in cortili grandi adiacenti alla propria abitazione, o in parcheggi sicuri e, soprattutto, vuoti.

Questa esperienza è comune a molti ragazzi che non vedono l’ora di poter guidare un’automobile. Oggi è anche molto diffusa la macchinetta presso gli adolescenti. I genitori preferiscono acquistare questa invece del comune scooter oggetto di desiderio di sedicenni che non vedono l’ora di poter scorrazzare con i loro motorini. Per ovviare alla pericolosità delle due ruote, effettivamente molto più rischiosa delle quattro, si preferisce regalare ai ragazzi una “macchinina” di piccola cilindrata.

Abbiamo parlato, proprio all’inizio di questo testo, di chi ha sperimentato la simulazione della guida, prima di prendere la patente. In pratica si può guidare sul computer e simulare la guida per imparare a simulare la guida per imparare ad usare la macchina in mezzo al traffico. Curiosi? Approfondire in questo sito web… http://www.simnews24.com/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *