La tornitura dei metalli

lavorare al tornioIl tornio è una classica macchina utensile presente nelle aziende che si occupano di lavorazione dei metalli, come ad esempio la Bosaia. Si tratta di una macchina dalle origini antiche, che però nel tempo ha subito una serie di importanti modifiche.

Cosa fa il tornio

Il tornio è un macchinario che permette di rimuovere da un semilavorato in rotazione parti di materiale. Oltre al classico tornio per metalli tale macchinario si può utilizzare anche per marmo e pietra, per produrre statue e vari oggetti, ma anche per il legno. Ad esempio alcune gambe e braccioli di sedie e divani in legno sono prodotti con un tornio. In pratica è costituito da un utensile tagliente che si muove in modo rettilineo lungo un semilavorato, che ruota velocemente. L’avvicinarsi o l’allontanarsi dell’utensile dal pezzo consente di creare restringimenti, svasature, scanalature di varia forma e genere. Il materiale in eccesso si stacca dal semilavorato sotto forma di trucioli, chiamati tornitura.

Come è fatto un tornio

Un tornio per metalli è costituito da una struttura che consente di mantenere in perfetta posizione il pezzo da tornire. Vicino ad esso c’è un utensile tagliente, che può avere diversa forma e dimensione. Il pezzo da lavorare gira, mentre l’utensile è fermo o viene spostato in modo lineare. Alcuni torni permettono di montare diversi utensili su una torretta girevole, in modo da poterli sostituire rapidamente l’uno all’altro durante la lavorazione. Un tempo tali macchinari erano manovrati in maniera manuale, nel senso che un addetto si occupava di muovere e spostare l’utensile tagliente, in modo da creare il risultato desiderato. Nell’industria meccanica di oggi la gran parte dei torni funzionano in modo computerizzato, in modo da rendere le operazioni non solo più rapide, ma anche molto più precise. Grazie a questa modalità infatti è possibile ottenere, a fine tornitura, oggetti già perfettamente rifiniti e rettificati, pronti per la lucidatura o addirittura per il montaggio.

Velocità di rotazione

La velocità di rotazione del semilavorato all’interno del tornio dipende da una serie di fattori, il principale dei quali è la durezza del materiale. Se la lavorazione si svolge su materiale molto tenero la velocità può essere molto elevata, mentre avviene il contrario su materiali particolarmente duri. Negli ultimi anni la tecnologia è riuscita a sfruttare però materiali molto duri per la preparazione di utensili per il tornio, questo ha consentito di aumentare considerevolmente la velocità di rotazione durante qualsiasi tipo di lavorazione, anche nel caso di materiali molto duri.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi ancheclose