Mano bianca e fredda? Ecco cosa potrebbe essere…

hand-427509_960_720Se la vostra mano è tendenzialmente fredda, tanto che le dita tendono ad assumere una colorazione bluastra, e infine diventano rosse, calde e doloranti, le ragioni potrebbero semplicemente essere legate al freddo o allo stress.

Più nel dettaglio, la causa potrebbe essere la sindrome di Reynaud, un disturbo legato a un cattivo funzionamento del sistema nervoso autonomo che regola la dilatazione e la contrazione dei vasi sanguigni, compresi quelli del microcircolo. Pertanto, potete provare a proteggere le mani dal freddo, ricordando però che è fondamentale mantenere al caldo non soltanto le estremità, ma tutto il corpo: i recettori per le basse temperature sono disseminati su tutta la pelle.

Inoltre, eliminate il fumo perché facilita il disturbo e fate attività fisica aerobica (bici, corsa, fit walking); il movimento migliora la microcircolazione. Rivolgetevi al medico se il disturbo è frequente e doloroso: può prescrivere eventualmente dei farmaci che fluidificano il sangue, facilitando il suo percorso nei vasi molto piccoli, come quelli che irrorano le mani.

A proposito di coloriti “anomali”, se la tendenza grigio-giallastra riguarda il bordo laterale dell’unghia, dateci un’occhiata di monitoraggio, per capire se tale colorazione si estenda a tutta la lamina. È infatti probabile che si tratti di una micosi, infezione provocata da funghi (candida o dermatofiti) che possono mettere a repentaglio l’integrità dell’unghia stessa. Vi consigliamo in tal senso di rivolgervi al dermatologo. Può prescrivere smalti specifici che contengono antifungini ad alta concentrazione (derivati del chetochenazolo) da usare da 1 a 3 mesi. Se necessario, vanno associati ad antimicotici da prendere per bocca.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *