Mononucleosi: come si diffonde

monucleosi battereLa mononucleosi è una patologia virale infettiva, conosciuta anche come malattia del bacio. In effetti il contagio della mononucleosi avviene attraverso la saliva dei soggetti affetti dalla malattia, quindi anche attraverso i baci. Più comunemente però sono i contatti quotidiani con le persone di famiglia, la vita in ambienti stretti, la concomitanza della mononucleosi con una malattia da raffreddamento, come tosse o raffreddore che portano a distribuire rapidamente il virus in tantissimi ambiti. Non sempre la malattia si manifesta con dei sintomi precisi; molte persone che hanno avuto in passato la mononucleosi l’hanno scambiata per una banale influenza e altrettante non hanno manifestato alcun sintomo.

La diffusione della mononucleosi

La mononucleosi è causata da un virus che appartiene alla stessa famiglia della varicella e dell’herpes labiale; come avviene per queste malattie, una volta che si è contratta la mononucleosi il virus permane nell’organismo, anche se non causa più alcun sintomo, se non in casi molto rari e particolari. Si calcola che circa il 90% delle persone adulte presenti sulla terra siano venute in contatto con la mononucleosi nel corso della loro vita e quindi oggi sono immuni. Questo è possibile anche per il fatto che, una persona che soffre di mononucleosi può trasmettere il virus per un ampio intervallo di tempo. Durante le fasi sintomatiche i contatti della saliva del soggetto malato con le altre persone portano, nella maggior parte dei casi, a contrarre la patologia. Ma il soggetto rimane infettivo anche dopo che i sintomi sono scomparsi, per vari mesi, anche fino a un anno. Inoltre, nel corso della vita, il virus può ripresentarsi all’interno della sua saliva, in particolari periodi di stress o per motivazioni del tutto casuali. Quando si contrae la mononucleosi è quindi assai difficile comprenderne con certezza la causa, o il luogo del contagio.

I sintomi

Fortunatamente la mononucleosi difficilmente colpisce in modo severo; molto spesso coloro che soffrono di sintomi più pesanti solo persone con sistema immunitario debilitato o compromesso, o anche i bambini piccoli. Per chi è in buona salute spesso la mononucleosi si manifesta esclusivamente con una leggera febbre e un senso di stanchezza. Basta però contrarre la patologia in un periodo di stress o di lavoro pesante per arrivare a manifestare sintomi come il mal di testa, il mal di gola, sudori notturni, perdita di appetito, astenia. Il rigonfiamento delle ghiandole linfatiche è un altro sintomo molto comune tra chi è affetto da questa malattia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *