Mutui prima casa: fidarsi di mediatori e agenti finanziari?

euro-soldiGiovani e adulti, coppie e single, quando si ritrovano a dover chiedere un mutuo sono soliti porsi parecchie domande. Dubbi, più che altro attinenti alle preoccupazioni per il futuro che verrà o ancor più sovente riguardanti la concreta possibilità che la banca passi loro la richiesta. Ed è proprio sul comparto dei mutui prima casa che l’associazione Altroconsumo ha voluto concentrarsi in una delle sue ultime indagini, sebbene abbia deciso di farlo spostando l’attenzione su un fattore ben preciso: ci si può fidare dei mediatori creditizi e degli agenti finanziari?

Per dare risposta a questa domanda, lo studio si è basato su un campione di 73 professionisti operanti nel settore e sparsi in 10 grandi città d’Italia (Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Genova, Roma, Napoli, Milano, Torino e Verona).

Ogni qualvolta si è tentato di chieder loro una richiesta di mutuo, nessuno di questi 73 operatori ha illustrato le informazioni essenziali affinché i clienti capissero le condizioni ed i reali costi annessi a quel finanziamento. Stesso silenzio, tra l’altro, è stato riposto anche per quel che riguarda le condizioni economiche collegate all’attività di mediazione stessa.

E se da parte dei professionisti c’è stata poca trasparenza sotto il profilo puramente informativo, è emerso altresì che le offerte da loro proposte sono risultate essere meno convenienti rispetto a quelle reperibili in banca. In media, rivolgendosi ad un mediatore creditizio (o agente finanziario che sia), l’utente potrebbe incorrere in un finanziamento più costoso a cui vanno peraltro aggiunti gli oneri del professionista, oltre che in una poca chiarezza contrattuale.

E’ evidente che questa indagine implica risultati più che allarmanti per la tutela del consumatore. Per tale ragione Altroconsumo ha voluto inviare i risultati dello studio alla Banca d’Italia e all’Organismo degli Agenti e dei Mediatori così da fare chiarezza sulla questione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *