Risparmiare in bolletta: cominciamo a ridurre gli sprechi di acqua

acquaPer racimolare qualche soldo in forza di una crisi economica che non lascia più scampo a nessuno, sono molte le persone che trascorrono diverse ore della loro vita a studiare qualche metodo che possa farle risparmiare denaro: tra codici riduzione, coupon, offerte dell’ultima ora, contratti iper convenienti e la ripresa in considerazione dei cari vecchi metodi fai da te, in realtà c’è anche un’altra via al risparmio. Una via più facile, immediata e con la quale conviviamo tutti i giorni.

Stiamo parlando di una serie di accorgimenti utili che tutti noi dovremmo prendere in esame affinché lo spreco di acqua venga ridotto al minimo, così da contenere come di conseguenza anche il peso delle utenze domestiche. Ma si può davvero limitare notevolmente lo spreco di acqua e al tempo stesso tenere invariato il proprio stile di vita?

Certo che sì! Del resto il primo consiglio utile che ci sentiamo di dare in questo senso è quello di applicare un riduttore di flusso a tutti i rubinetti di casa: grazie a questo aggeggio risparmieremo fino al 30% di acqua e ci assicureremo uno stile di vita praticamente invariato. Un altro metodo utile può esser quello di prediligere la doccia alla vasca da bagno, giacché riempire la vasca comporta un consumo di acqua che è stato stimato essere il quadruplo rispetto alla doccia.

Particolare attenzione, inoltre, va riposta anche quando ci ritroviamo a dover acquistare nuovi elettrodomestici. In questo caso dobbiamo prendere in considerazione solo ed esclusivamente prodotti di classe A+, ovvero quelli progettati per ridurre il consumo di acqua (il prezzo d’acquisto potrebbe risultare un po’ più elevato, ma il risparmio successivo ci resituirà il surplus investito inizialmente!).

E poi ancora: le piante vanno annaffiate di sera, il rubinetto tenuto acceso solo quando necessario, l’acqua bollita riutilizzata per lavarci le verdure o per innaffiare il giardino, mentre l’auto pulita con secchio e spugna anziché col classico getto della canna.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *