Scegliere uno schermo curvo o piatto per la propria tv?

televisionL’ondata di nuovi televisori con schermi ultra sottili ha portato sul mercato una serie di innovazioni, assieme a una qualità video che non si è mai vista prima. Ecco che la televisione diventa un elemento ancora più fondamentale e significativo all’interno dell’abitazione e della vita quotidiana. Con schermi che si trasformano in veri e propri media center connessi a internet, interfacciati con tablet e smartphone e utilizzati per fruire sia di video che dell’intrattenimento videoludico, elemento che sfrutta al massimo le potenzialità dei dispositivi più potenti.

Nella scelta del televisore, oltre ai classici elementi caratterizzanti, alla grandezza, alla qualità video, arriva oggi anche un altro elemento, la curvatura.

La novità degli schermi curvi infatti, promette una maggiore immersione e una sensazione di profondità che un normale schermo non riesce a offrire, questo accade proprio per l’angolatura di visione che si conforma meglio all’occhio e alla vista, offrendo di fatto una visione più accurata e più complessa del classico schermo piatto.

Appendere uno schermo curvo?

Lo schermo curvo regala una qualità video migliore, il problema però è la sua forma e la sua natura che, sostanzialmente, va a diminuire la grandissima qualità degli schermi sottili, ovvero occupare pochissimo spazio e diventare dei veri e propri ornamenti appendibili. Tra i vari supporti per tv su videoproiezioni.it potete scegliere tra un’ampia varietà di modelli ultramoderni da applicare alla propria parete.

Lo schermo curvo non è così pratico da appende, allo stesso tempo l’effetto è ben diverso, oltre a occupare più spazio, lo schermo curvo risulta esteticamente inferiore ad uno piatto, distaccandosi dal muro e perdendo quello stile che lo rendeva simile a un quadro interattivo.

Altro elemento negativo per lo schermo curvo sono i riflessi; questi ultimi infatti hanno un impatto maggiore sulla superfice curva, disturbando la visione più facilmente rispetto ad un televisore piatto.

In conclusione la scelta tra curvo e piatto è strettamente una questione di gusti, di sicuro la visione è leggermente migliore e più immersiva con un televisore curvo; questo non toglie che per una esperienza leggermente differente, lo schermo ultrapiatto classico sia forse più versatile, in particolare grazie alla sua capacità di adattarsi, essere facilmente appeso e di mantenere delle misure inferiori.

Alla fine dei conti dipende molto da quello che cercate, se avete a disposizione un buon budget, una stanza lontana da fastidiosi rifletti dove posizionarlo, e un vero amore per i video a altissima definizione, allora scegliete curvo, in alternativa rimanete pure sul classico, non ne resterete delusi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi ancheclose