Serie A: Napoli e Palermo cercano punti dopo un avvio in sordina

napoli palermoNon si ferma la serie A, che vedrà in scena il primo turno infrasettimanale della stagione. In programma per la quarta giornata c’è, tra le altre, Napoli-Palermo, da tenere d’occhio sia per il periodo alquanto problematico che stanno attraversando i partenopei, sia per le interessanti quote scommesse betfair. La vittoria infatti non arriva da due gare consecutive e il clima ormai si è scaldato tra i tifosi napoletani già per via dell’eliminazione dalla Champions League, poi ridimensionata dal successo nel primo turno di Europa League contro lo Sparta Praga. Ma perdere prima al San Paolo contro il ChievoVerona poi in casa dell’Udinese ha dato inizio a un malcontento generale che pare non volersi placare. Si prende le sue responsabilità Rafa Benítez dopo la gara persa contro l’Udinese, ma lo fa con cautela e obiettività:“E’ un peccato perché abbiamo avuto il controllo del match dall’inizio alla fine tranne che in un episodio. Un pallone messo in area morbidamente, un errore e alla fine siamo qui a dover parlare di una sconfitta. eravamo in controllo totale, stai pareggiando e puoi vincere, invece sbagli una volta e perdi. Io preoccupato? Si vede che la squadra c’è. Abbiamo creato, colpito un palo, premuto. Non ho visto attacchi da parte loro. Evidentemente stavolta l’impegno profuso nella fase difensiva ha finito per essere pagato in fatica davanti. Forse è mancata un po’ di grinta. La squadra ha equilibrio, la rosa di cui dispongo ha qualità, prova ne sia che dovevamo vincere col Chievo e oggi a Udine. Abbiamo pagato un paio di errori. Dobbiamo essere capaci di creare di più. Inler ha avuto la febbre, altri erano stanchi dopo la coppa, qualcuno non è ancora in condizione. Ho pensato anche a giovedì. Ma credo che non sia stato un problema di scelte, visto che siamo stati in totale controllo del match, perdendo per un episodio”.

Cammino negativo anche per i siciliani che in 3 gare hanno collezionato 2 pareggi e una sconfitta. I precedenti tra le due squadre al San Paolo sono 20, con un score schiacciante dei padroni di casa che hanno vinto 15 volte contro un solo successo del Palermo e 4 pareggi. Tante le reti segnate in venti incontri, ben 50, e anche qui sono i padroni di casa a dominare con 44 reti contro le 6 degli ospiti. In vista di questa delicata gara, Benítez molto probabilmente recupera Jorginho – lavoro a parte per il centrocampista – e si ferma con il turnover ributtando nella mischia Hamšík, Mertens e Callejon. Inler dovrebbe partire dal primo minuto, visto anche la forma ancora precaria di de Guzmán. Per Iachini invece lievi cambiamenti rispetto alla gara con l’Inter, che ha visto soddisfatto il tecnico rosanero: “Siamo stati bravi ma dovevamo concretizzare le occasioni avute nella ripresa. Nel primo tempo siamo stati bravi lo stesso, anche se abbiamo sbagliato a inizio azione nel momento della ripartenza. Comunque abbiamo fatto la gara che dovevamo fare, provando a trovare anche i tre punti. Avremmo anche potuto vincere”. Possibile esordio per il difensore ivoriano Bamba, mentre sulle fasce ancora irrisolto il ballottaggio tra Daprelà e Pisano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *