Spazio all’Italia di Conte tra sorprese e vecchie conferme

italia di conteLe polemiche dopo gli errori arbitrali del big match tra Juventus e Roma dello scorso 6 ottobre continuano inesorabilmente ad avere un posto in primo piano nei giornali. Il motivo principale è dovuto al fatto che la prossima giornata di campionato sarà soltanto nel weekend del 18-19 ottobre a causa degli impegni della Nazionale Italiana per le qualificazioni agli Europei 2016. Sono trascorsi tre giorni, crediamo sia l’ora di voltare pagina e dedicare maggiore attenzione alla nuova Italia targata Conte che si appresta a giocare due partita molto importanti per restare in testa al girone. Onestamente gli avversari che si troveranno di fronte gli azzurri non sono affatto irresistibili: venerdì 10 ottobre saranno di scena a Palermo contro l’Azerbaijan, mentre lunedì 13 voleranno a Malta per giocare contro la nazionale di casa. E lo dicono anche le quote proposte per la gara in terra siciliana dal bookmaker irlandese Paddy Power che raccontano di una vittoria quasi scontata dell’Italia data a 1.10, mentre l’X è fermo a 9.50 e il 2 addirittura a 20.00 volte la posta.

Per questo doppio impegno il CT Conte continua a tenere particolarmente alle proprie idee senza nessun tipo di condizionamento esterno. Lo si evince dai giocatori convocati dove non mancano alcune sorprese quasi inaspettate. In difesa il nome nuovo è sicuramente quello del giovane Rugani che il tecnico leccese conosce molto bene avendo fatto tutta la trafila delle giovanili della Juventus prima di approdare all’Empoli. Immaginiamo che non parta titolare, ma iniziare a respirare l’aria della nazionale maggiore darà sicuramente maggiore carica a questo giovane di belle speranze che si sta facendo apprezzare non poco in Serie A. Sulla mediana c’è una non-sorpresa rappresentata dal ritorno di Andrea Pirlo in maglia azzurra a distanza di tre mesi dall’ultima apparizione ai Mondiali. Ricordiamo che in prima battuta Conte non l’aveva inserito nella lista dei convocati, ma prima i problemi alla caviglia di Verratti, per fortuna tutto rientrato, e poi l’edema alla coscia destra per Giacomo Bonaventura hanno costretto il selezionatore a richiamare l’esperto centrocampista bianconero apparso già in buona forma domenica sera. In attacco confermata la presenza di Simone Zaza a Ciro Immobile, oltre ai vari Osvaldo, Giovinco e Destro. Un po’ inaspettata, ma comunque meritatissima, quella di Graziano Pellè che raggiunge la prima convocazione con l’Italia a 29 anni suonati. L’illustre assente è ancora una volta Mario Balotelli che continua ad affrire prestazioni di buon livello a singhiozzo anche nella sua nuova avventura con il Liverpool.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *