Come trattare la pertosse

In caso sospetto di pertosse è raccomandabile ricoverare in ospedale i neonati di età inferiore ai 3 mesi, così come i bambini con casi gravi. I neonati sotto i 3 mesi devono essere monitorati 24 ore al giorno a causa del rischio di apnea. Quando i bambini sono trattati come pazienti ambulatoriali, educare i genitori sui segni che dovrebbero portare alla riconsultazione, come febbre, deterioramento delle condizioni generali, disidratazione, malnutrizione, apnea, cianosi.

Si può poi optare per un isolamento respiratorio (fino a quando il paziente non ha ricevuto 5 giorni di trattamento antibiotico). A casa evitare il contatto con neonati non vaccinati o non vaccinati; in ospedale si procederà invece con il porre il paziente in camera singola o raggruppamento di casi lontano da altri pazienti.

Detto ciò è importante assicurarsi che i bambini sotto i 5 anni siano ben idratati. L’allattamento al seno deve continuare, con il consiglio alle madri di nutrire frequentemente il bambino in piccole quantità dopo i colpi di tosse e il vomito che segue. Monitorare il peso del bambino durante il corso della malattia e prendere in considerazione integratori alimentari per diverse settimane dopo la guarigione.

Sul fronte dell’antibioterapia, il trattamento antibiotico è indicato nelle prime 3 settimane dopo l’inizio della tosse. L’infettività è praticamente nulla dopo 5 giorni di antibioterapia.

Passando poi alla profilassi post-esposizione, la profilassi antibiotica (stesso trattamento dei casi sospetti) è raccomandata per i neonati non vaccinati o non vaccinati di meno di 6 mesi, che hanno avuto contatto con un caso sospetto. L’isolamento dei contatti non è necessario.

Si tenga conto che né la vaccinazione né le malattie naturali conferiscono un’immunità duratura. Le dosi di richiamo sono necessarie per rafforzare l’immunità e ridurre il rischio di sviluppare malattie e di trasmetterle ai bambini piccoli. Maggiori informazioni  possono naturalmente ottenute dal tuo medico di riferimento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi