Il ragno violino è davvero pericoloso?

10 spider-1448506_1920Il ragno violino, noto anche come Loxosceles Rufuscens, è un aracnide la cui fama scatena ciclicamente numerosi allarmismi. Si tratta di un ragno europeo di origini mediterranee la cui specie deriva da ragni americani decisamente più pericolosi. È un animale molto piccolo di colore marrone e una macchia che ricorda vagamente la forma del violino. Si differenzia dai comuni ragni perché possiede sei occhi invece di otto e per delle zampe lunghe e sottili, appiattite sui lati per nascondersi agilmente in anfratti di piccole dimensioni. In questo breve approfondimento vedremo tutto quello che c’è da sapere sul ragno violino, sulla disinfestazione e sulla reale pericolosità per l’essere umano.

Dove vive il ragno violino?

L’habitat ideale del ragno violino è quello tipicamente mediterraneo, ovvero caldo e asciutto come gli anfratti delle pietre. Tuttavia vive egregiamente anche nelle nostre abitazioni dove, per l’appunto, trovano il clima idoneo per stare bene durante tutto l’anno. Quindi nel nostro Paese lo si trova sia a nord che a sud, anche nelle città e nelle metropoli lontane dalla campagna. È un ragno notturno che vive nascosto nelle fessure dei muri, dietri ai battiscopa o dietro scatoloni e materiale lasciato impolverato ed inutilizzato. Solitamente preferisce i tessuti e le zone più tranquille per cui è raro trovarlo in posti della casa dove si pulisce più spesso. Dove però non agiamo quotidianamente il ragno vive indisturbato e, soprattutto, inosservato e, quindi, è difficile accorgersene al suo arrivo.

È pericoloso?

La verità rispetto alle notizie allarmanti che circolano in rete è che è sicuramente problematico per la salute umana rispetto alle centinaia di specie esistenti in Italia che sono da considerare innocue. Il morso del ragno violino ha un’azione citotossica, ovvero di disgregazione del tessuto attorno alla zona colpita. Quindi nella maggioranza dei casi il morso provoca fastidio, arrossamento e lesioni cutanee che tardano a rimarginarsi. Neri casi più rari e gravi, invece, la lesione diventa di grande dimensioni e può causare infezioni anche letali.

Cosa succede dopo il morso?

La sua pericolosità deve essere ridimensionata per via del fatto che si tratta di una specie schiva e non aggressiva, per cui i casi di morso da ragno violino sono rari e correlati all’incontro sfortunato in scarpe o vestiti. Chi nutre una particolare fobia per i ragni sicuramente starà rabbrividendo nel leggere queste informazioni ma è chiaro che si consiglia sempre di andare dal medico non appena sopraggiungano i sintomi. Di solito il morso è indolore e manifesta la lesione sulla cute nell’arco di 24 o 48 ore per cui chi viene colpito raramente se ne accorge immediatamente. Per questo bisogna avere coscienza del fatto che viviamo quotidianamente con animali molto più pericolosi come api, vespe, calabroni e zecche.

Cosa fare se il ragno è in casa?

Ovviamente si consiglia sempre di affidarsi ad un esperto in caso dovessi incontrare un ragno violino in casa perché la loro presenza negli ambienti in cui viviamo non è assolutamente consigliata. L’igiene e la pulizia sono già di per sé sufficienti per contrastarne l’assedio perché non parliamo di animali infestanti come gli scarafaggi. Quindi una disinfestazione è sempre la miglior soluzione perché se dovessi incontrarlo è abbastanza sicuro che il ragno o i ragni vivano in casa da parecchio tempo, anche da anni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi