Come aggiornare Windows

Aggiornare Windows non è un’operazione troppo difficile, ma per i neofiti dei sistemi operativi ogni passo potrebbe creare qualche grattacapo.

Cerchiamo allora di comprendere come muoversi con efficacia, ricordando che prima di iniziare l’aggiornamento è certamente raccomandata l’abitudine di liberare più spazio possibile dal nostro disco fisso, eliminando tutto ciò che è superfluo. L’operazione andrebbe effettuata prima del backup, visto e considerato che altrimenti ci sarebbe uno spreco di tempo e di spazio nel copiare file inutili. In aggiunta a quanto sopra, liberando spazio eviteremo il rischio di non poter concludere la procedura di update, che come sempre arriva a occupare, anche se temporaneamente, diversi gigabyte sul disco fisso.

Fatto ciò, per poter procedere con la pulizia vi consigliamo di andare su Impostazioni, selezionare Sistema, Archiviazione e quindi fare clic su Libera spazio ora. Una procedura guidata farà l’analisi del sistema e indicherà tutti gli elementi che si possono rimuovere, lasciando chiaramente all’utente la parola definitiva. Puoi dunque selezionare gli elementi che vuoi eliminare, premere il pulsante Rimuovi file e attendere la conclusione della procedura.

Una volta che hai superato questo primo scoglio, procedi con il backup. Avere una copia di tutti i file importanti è essenziale per affrontare qualsiasi emergenza, e non certamente solo quelle che risultano essere legate a un aggiornamento di sistema: qualsiasi cosa succeda, anche la peggiore, così facendo ti garantirai che i dati essenziali saranno al sicuro.

Con Windows hai a disposizione diversi modi per fare il backup, ma quello più celere è sicuramente quello di usare gli strumenti forniti da Windows 10. Il metodo standard salva i documenti nei percorsi indicati su un disco o un’unità di rete. Quando poi modifichi un file, il sistema operativo ne salva automaticamente sia la nuova versione che quella originale.

Il terzo passaggio che ti consigliamo di fare ti permetterà di prendere una ulteriore precauzione: disattivare ogni antivirus che è presente nel tuo computer, almeno fino a quando la procedura di aggiornamento non sarà giunta a completamento. Di fatti, nonostante le ripetute rassicurazioni degli sviluppatori di programmi per la sicurezza e della stessa Microsoft, non è impossibile trovarsi con la procedura di aggiornamento che viene sospesa o bloccata a causa di un falso positivo. Se ami le soluzioni più radicali puoi anche pensare di disinstallare l’antivirus e di reinstallarlo solo a procedimento concluso.

Infine, giungiamo all’ultimo passaggio. Ricordiamo come a volte possa capitare che i driver delle periferiche installate nel nostro PC non siano più compatibili con la nuova versione del sistema operativo. Per poter prevenire questo problema, potrebbe risultare di giovamento scollegare dal PC ogni periferica esterna non indispensabile. Una volta completato l’update, basterà verificare una alla volta il corretto funzionamento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *