Come fare trading di opzioni binarie?

Uno strumento “nuovo”, recentemente sbarcato in Italia, che consente ai trader di fare operazioni in modo semplice ed immediato. Ma attenzione, come in ogni altra operazione di mercato, sono indispensabili delle opportune conoscenze per limitare i rischi ed operare al fine di ottenere dei profitti.

Cosa sono le opzioni binarie?

opzioni binarieChi opera con le opzioni binarie deve fare delle previsioni sul trend di un mercato, puntando su un determinato “asset” e cercando di “indovinarne” il ‘trend’.
Cosa è un asset? Un asset è ciò che determina la “negoziazione” e può assumere diverse forme: valuta, indici, azioni di borsa, materie prime.
Per fare un esempio pratico, acquistare un’opzione sul petrolio, significa prevederne l’andamento di prezzo, se aumenterà o diminuirà in un determinato intervallo di tempo stabilito.
Se si “vince”, si ottiene il rendimento stabilito, pari ad una %, se la previsione si rivela sbagliata, si perde il denaro investito.
Alcuni broker offrono mettono a disposizione del trader un rimborso in caso di perdita.

Fisionomia di una opzione

Se si utilizzano le opzioni binarie, è bene conoscerne la conformazione ed entrare nel vivo con la conoscenza di alcuni termini. L’attributo “binario” si riferisce alla dualità che comporta un guadagno o una perdita. Vediamo gli elementi di una opzione.
Cosa si intende per “In the money”? Ne sentirete parlare, speriamo, perché con questo termine ci si riferisce ad una opzione – vincente – e quindi ad una previsione corretta.
Con il termine “out the money” ci si riferisce, invece, ad una previsione sbagliata.
Il funzionamento delle opzioni binarie prevede un investimento, ovvero il capitale investito per acquistare un asset e che incide sul rendimento: maggiore è l’investimento, più alto sarà il rendimento.
Il rendimento è la percentuale offerta dal broker in caso di vincita, e può andare dal 70% fino al 90%. Abbiamo un rendimento quando l’opzione è “in the money”. Riguardo ai rischi, essi sono limitati alla perdita di soldi pari a quella investita.
Il prezzo di inizio dell’asset è il prezzo anteriore all’operazione di trading. Il prezzo alla scadenza è il prezzo finale che si ottiene alla scadenza dell’opzione.
La scadenza è l’intervallo di tempo scelto che determina la riuscita della previsione con il relativo profitto. Alcune piattaforme permettono di compiere transazioni con scadenze molto corte, anche da 60 secondi. Più frequente è l’intervallo minimo di un range che va dai 15 minuti fino a giorni/settimane/mesi.

Tipi di opzioni

Una delle più classiche è la “Call e Put”, di tipo Up/Down, che prevede di determinare il prezzo di un bene entro una scadenza.
Si acquista una opzione CALL se si intende fare una previsione al rialzo. Se invece pensate che il prezzo finale starà al di sotto di quello iniziale, dovete acquistare una opzione PUT.
Le opzioni Touch/No Touch: bisogna determinare se il prezzo finale toccherà un prezzo target prima della fine della scadenza.
Se si prevede che il prezzo dell’asset, prima della scadenza, supererà il valore target impostato, allora scegliete una opzione ‘Touch’, altrimenti una opzione ‘No Touch’.
Infine l’opzione ‘Interval’ prevede che sia stabilito un prezzo finale ed uno iniziale e la scommessa avviene sulla previsione che l’opzione scadrà all’interno di un intervallo di valori.

Come scegliere il broker e la piattaforma

La scelta del broker e della piattaforma deve poggiare su dei criteri imprescindibili, come ad esempio la verifica che la società operi legalmente e sia riconosciuta. La Consob si occupa di regolare le licenze dei broker italiani.
Altri parametri per la scelta del broker sono: sicurezza ed affidabilità, semplicità di utilizzo del software, un rendimento tra il 60% e l’85%, un deposito iniziale non elevato, la possibilità di iniziare con un versamento piccolo, così come l’opportunità di avere dei bonus di benvenuto.

Quali sono i migliori broker?

Parliamo di broker italiani in questo caso, che ci interessano in modo particolare e che vengono indicati dai trader più esperti come i broker più efficienti che consentono di ottenere dei profitti in assoluta sicurezza.
Per avere un quadro esaustivo dei broker operanti nel mercato delle opzioni binarie, vi consigliamo di consultare questa ottima risorsa web sulle opzioni binarie http://www.comefaretradingonline.com/opzioni-binarie/trading-binario.php
Di seguito riportiamo brevemente i broker più consigliati della rete per le opzioni binarie:
24option offre un supporto efficiente ed una piattaforma di negoziazione semplice da utilizzare e sicura.
Option Time offre un bonus sul primo versamento che è fra i più elevati della rete.
Top Option, il primo ad essere stato autorizzato in Italia e nell’Unione Europea, un broker che permette rendimenti molto elevati.
AnyOption: alti profitti e ottime risorse per imparare a tradare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *