Giappone, produzione industriale sorprende verso l’alto

Gli ultimi dati della produzione industriale relativi all’aggiornamento del mese di febbraio hanno sorpreso verso l’alto, grazie a una variazione di +2 per cento mese su mese, dopo la correzione di -0,4 per cento mese su mese di gennaio. Le proiezioni del METI vedono un calo di -2 per cento su base mensile a marzo, seguito da un aumento di +8,3 per cento mese su mese nel corso del periodo di aprile.

Anche incorporando la previsione negativa per marzo, la variazione trimestrale della produzione nel primo trimestre resterebbe soddisfacente, con un aumento di 1,3 per cento mese su mese, anche se inferiore a quella del quarto trimestre 2016 (+2 per cento trimestre sul trimestre). Le indicazioni per il secondo trimestre sono positive.

Infine, rileviamo che il tasso di disoccupazione a febbraio cala a 2,8 per cento da 3 per cento e segna il minimo da giugno 1994, con segnali di eccesso di domanda sul mercato del lavoro, particolarmente marcato nel manifatturiero. Nonostante la pressione da parte della domanda, i salari non stanno accelerando, dopo la svolta vista nel 2015. La riforma del mercato del lavoro che il Governo dovrebbe presentare nei prossimi mesi dovrebbe contribuire a far aumentare la partecipazione femminile e ridurre almeno in parte il calo della forza lavoro.

Per quanto attiene gli altri dati macro in uscita con aggiornamento per il mese di febbraio, vendite al dettaglioin aumento dello 0,1 per cento, contro consenso di 0,5 per cento e precedente dato di 1 punto, consumi delle famiglie in linea con le attese a 0,2 per cento, in accelerazione contro il precedente dato dello 0,1 per cento, e job to applicant di 1,43, esattamente in linea con il dato di consenso e con il dato relativo all’aggiornamento precedente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *