Scegliere la sigaretta elettronica

vapoNegli ultimi anni anche in Italia si sono sempre più diffuse le sigarette elettroniche. In effetti ultimamente sono diversi i detrattori di questi dispositivi che in qualche modo sono riusciti a diminuirne la diffusione. Visto che spesso si tratta di critiche totalmente o parzialmente infondate, l’acquisto della sigaretta elettronica più indicata è ancora un’attività svolta da moltissimi appassionati fumatori, anche perché nonostante ci possano essere delle controindicazioni, le ecigs sono ad oggi una delle migliori alternative al classico fumo di sigaretta.

Le peculiarità delle ecigs

Per chi non se ne intende le sigarette elettroniche sono tutte uguali tra loro. La realtà è però ben diversa e, secondo quando ci viene consigliato da Sigaretta elettronica svapo, i modelli disponibili oggi in commercio hanno varie differenze, sotto diversi punti di vista. Il primo, quello più importante, riguarda la sensazione fornita dal vapore al contatto con la bocca del fumatore. Mentre per le classiche bionde il colpo in gola è più o meno simile tra le varie marche, quando si parla di sigaretta elettronica invece questa caratteristica può variare anche molto, a  seconda del tipo di atomizzatore presente nel dispositivo. L’atomizzatore è la parte della sigaretta elettronica che permette di rendere vapore il fluido scelto. La temperatura raggiunta dalla resistenza presente nell’atomizzatore cambia di molto le sensazioni date dallo svapo, ma lo fa anche la quantità di fluido che viene atomizzata in una unità di tempo. Maggiore è tale quantità e maggiore sarà anche il gusto percepito dal fumatore.

Le differenze fisiche tra i dispositivi

Le sigarette tradizionali sono fisicamente tutte uguali tra loro, a parte le tipologie ultrasottili, che però in Italia sono veramente poco diffuse. Le ecigs invece sono disponibili in vari modelli, da quelli che ricordano una bionda, fino a quelli che sembrano dei piccoli narghilè in miniatura. Le differenze nell’aspetto fisico sono determinate da una serie di fattori: dimensioni del serbatoio per il liquido, capacità della batteria, presenza di una resistenza che consenta una migliore resa gustativa dello svapo. Quindi la scelta della sigaretta migliore non dipende essenzialmente dall’aspetto del dispositivo, in quanto a diverse dimensioni corrispondono anche rese variabili, che possono più o meno essere quelle adatte al singolo fumatore. In linea generale i fumatori accaniti che passano alle ecigs tendono a prediligere i modelli molto grandi, che permettono di fumare a lungo e di ottenere un effetto al palato particolarmente intenso. Invece il fumatore occasionale si accontenta dei modelli più contenuti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *