Giochi per cani, i più amati di sempre

cane pallaNon esistono regole generali che valgano per tutte le razze. I comportamenti istintivi, scritti nel patrimonio genetico del nostro animale, sono quelli che determinano in maniera significativa il modo di rapportarsi al gioco di ciascun esemplare. Il gioco, oltre a essere un modo per rafforzare il rapporto tra cane e padrone, è anche un metodo per apprendere la gerarchia del branco, aumentare le capacità cognitive e rafforzare le potenzialità già insite nel carattere del cane.

I giochi studiati per sviluppare le capacità cognitive dei cani sono definiti giochi di attivazione e possono essere applicati su tutte le razze canine. La parola d’ordine, per ogni gioco, è divertirsi.

Per aiutare l’attività del vostro cane, potete accontentarlo con alcuni dei giochi più amati, tra cui palline e ossetti. Gli accessori aiutano il cane a passare del tempo da solo, senza cercare la compagnia del padrone. Per questo motivo, è consigliabile che i giochi siano sempre a portata di zampa.

È molto importante che, alla fine del gioco, il cane riceva un premio per la sua attività. Dopo le sessioni di gioco che si effettuano in presenza del padrone, il cane deve ricevere in dono un biscotto o un bocconcino, per fargli capire di essersi comportato in maniera corretta. In questo modo, il cane sviluppa più facilmente le capacità cognitive e l’intelligenza.

Tra i giochi per cani più utilizzati in questo ambito, vi sono dei palloni di gomma che, se adeguatamente mossi, rilasciano un bocconcino, oppure delle bottiglie che all’occorrenza e in corrispondenza di particolari azioni, erogano biscottini a volontà. Non mancano palle con la corda, palloni ‘musicali’ e sonori e ancora contenitori per snack dalla classica forma a osso.

Dobbiamo sempre ricordarci che il gioco è divertimento e non deve essere mai dannoso. Per questa ragione, la scelta dei giochi deve essere curata nei minimi dettagli, soprattutto in ciò che concerne le dimensioni e la forma. Ogni gioco va poi scelto in base alla razza e alle caratteristiche del cane, che può sviluppare l’intelligenza più o meno velocemente rispetto ai suoi simili.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *